Insieme al Teatro alla Scala

Due serate al Teatro alla Scala insieme a Pro Loco Vimercate.

La prima. per ascoltare le musiche di due geni a confronto: Mozart e Beethoven. La seconda per vedere Sylvia il balletto ispirato al dramma pastorale “Aminta” di Torquato Tasso sulla partitura deliziosa di Léo Delibes. Uno spettacolo che quest’anno il primo giorno sul palco del teatro milanese ha raccolto undici minuti di applausi.

Uno sguardo al Convento delle Madri Canossiane

Spazio alle Dame e ai Cavalieri Longobardi

Adele Morosati e il sereno incanto della natura

Adele Morosati (96 anni) vanta una carriera lunga e centinaia di opere, molte delle quali premiate e di valore. Un patrimonio, artistico ed economico della prof. di lingue con la passione della pittura artista Adele Morosati ha messo a disposizione in una mostra-vendita il cui ricavato è andato a 6 associazioni di volontariato di Vimercate. 

Siamo lieti di aver ospitato quest’iniziativa che ha mostrato, ancora una volta, la tempra di una persona conosciuta e amata dai vimercatesi. 


Foto: PrimaMonza. 

È tempo di filastrocche di Carnevale

Per celebrare questa festa abbiamo voluto riportare due filastrocche che fanno parte della nostra cultura e della nostra storia. Sono testi che hanno accompagnato bambini e adulti per diverse generazioni.

CARNEVALE IN FILASTROCCA

di Gianni Rodari

Carnevale in filastrocca,
con la maschera sulla bocca,
con la maschera sugli occhi,
con le toppe sui ginocchi:
sono le toppe d’Arlecchino,
vestito di carta, poverino.

Pulcinella è grosso e bianco,
e Pierrot fa il saltimbanco.

Pantalon dei Bisognosi “Colombina,” dice, “mi sposi?”
Gianduja lecca un cioccolatino
e non ne da niente a Meneghino,
mentre Gioppino col suo randello mena botte a Stenterello.

Per fortuna il dottor Balanzone gli fa una bella medicazione,
poi lo consola:
“È Carnevale, e ogni scherzo per oggi vale.”

LA STAGION DEL CARNEVALE

di Carlo Goldoni 

La stagion del Carnevale
tutto il Mondo fa cambiar.
Chi sta bene e chi sta male
Carnevale fa rallegrar.

Chi ha denari se li spende;
chi non ne ha ne vuol trovar;
e s’impegna, e poi si vende,
per andarsi a sollazzar.

Qua la moglie e là il marito,
ognuno va dove gli par;
ognun corre a qualche invito,
chi a giocare e chi a ballar.

Par che ognuno di Carnevale
a suo modo possa far,
par che ora non sia male
anche pazzo diventar.

Viva dunque il Carnevale
che diletti ci suol dar.
Carneval che tutto vale,
che fa i cuori giubilar. 

 

 

 

Sant’Antonio 2021

Sant’Antonio è una delle feste più sentite dai vimercatesi, ma per quest’anno dobbiamo rinunciarci (vedasi comunicazione del Comune: https://bit.ly/35BmShU). Per celebrare e ricordare le nostre tradizioni in occasione di Sant’Antonio abbiamo pensato di condividere una poesia di Sandro Peducci, scritta nel nostro dialetto e tratta da libro «Quater vers senza pretes da ön Pöeta de paes».

Visita Guidata al Cimitero di Vimercate

Cimitero di Vimercate
Cimitero di Vimercate

Una visita al Cimitero di Vimercate vuole essere il racconto della città narrato dalle persone, dai costumi delle epoche passate e dai monumenti. Il cimitero di Vimercate viene collocato lungo le rive del Torrente Molgora già nella seconda metà del XVIII secolo, in prossimità della chiesa di San Rocco, un luogo antico destinato alla sepoltura dei morti di peste.
La visita ci farà ri-scoprire una parte molto importante del nostro patrimonio culturale, fatto di oggetti e di memoria, custodito in un luogo dove la vita scorre senza tempo.
 
Partenza alle ore 15.30 davanti all’ingresso di via S. Rocco. In caso di pioggia la visita sarà annullata. 
La visita è gratuita, ma è necessaria la prenotazione via mail o messaggio a:
info@prolocovimercate.it
3925343944

Fiera di Santo Stefano 2020

Torna l’appuntamento con  la storica Fiera di Santo Stefano 2020, che si svolgerà in forma diversa, anche quest’anno.  Le celebrazioni si svolgeranno in forma diversa, in accordo con l’Amministrazione Comunale, nel rispetto delle direttive e delle norme di distanziamento fisico.

Nel rispetto della tradizione di questa festa, anche quest’anno abbiamo proposto la trippa degli Alpini, i nostri Maisagià e l’anguriata. Abbiamo anche introdotto una novità: la visita guidata alla Collegiata di Santo Stefano e alla conferenza “La città pubblica e la città privata: la storia di Vimercate attraverso le case del centro storico”,  parte dell’iniziativa (RI)Conoscere Vimercate, organizzata dal Comune di Vimercate. 


I colori delle Emozioni: mostra collettiva di Tina Sofarelli ed Enrico Mariani

“I colori delle emozioni” vuole celebrare il lavoro di Tina Sofarelli ed Enrico Mariani, i due artisti le cui opere – Aquilegia e All’ombra del Gelso– sono state le più votate durante l’edizione 2018 della festa “Primavera: Arte, Fiori e Sapori”.

“I colori delle emozioni” vuole celebrare il lavoro di Tina Sofarelli ed Enrico Mariani.

“I colori delle emozioni” vuole celebrare il lavoro di Tina Sofarelli ed Enrico Mariani, i due artisti le cui opere – Aquilegia e All’ombra del Gelso– sono state le più votate durante l’edizione 2018 della festa “Primavera: Arte, Fiori e Sapori”, la manifestazione che ha portato numerosi dipinti nelle vie e nelle vetrine dei negozi cittadini. Con questa mostra e Tina Sofarelli ed Enrico Mariani presentano il loro modo di interpretare il mondo che ci circonda, fatto di natura e persone. Due artisti con stili differenti, tecniche diverse, ma accomunati dalla volontà di trasmettere emozioni attraverso l’uso del colore.

Emilio Gianni, accreditato pittore vimercatese, e autore dell’opera più votata dalla festa “Primavera: Arte, Fiori e Sapori” presenterà i due artisti e le loro opere all’inaugurazione che si terrà sabato 5 ottobre alle ore 17:00 presso lo Spazio Pro Loco.

“Primavera: Arte, Fiori e Sapori” presenterà i due artisti e le loro opere all’inaugurazione che si terrà sabato 5 ottobre alle ore 17:00 presso lo Spazio Pro Loco.

Pro Loco Vimercate presenta Maisagià il dolce che celebra la vocazione contadina di Vimercate

Abbiamo voluto creare Maisagià per rievocare la storia, la cultura e le tradizioni di Vimercate. Maisagià ha forma di una pannocchia per rievocare le nostre tradizioni contadine e il ripieno ricorda il gusto della torta paesana per creare un rimando al dolce che accompagna Vimercate da secoli.

Rievocare la storia, la cultura e le tradizioni.

Abbiamo voluto creare Maisagià per rievocare la storia, la cultura e le tradizioni di Vimercate.  Maisagià ha forma di una pannocchia per rievocare le nostre tradizioni contadine e il ripieno ricorda il gusto della torta paesana per creare un rimando al dolce che accompagna Vimercate da secoli. Per il nome abbiamo voluto usare il nostro dialetto: “Maisagià” descrive l’esclusività e la novità del dolce, (mai assaggiato prima) e attraverso la crasi tra “mais” e “assaggiare” abbiamo voluto creare un ulteriore rimando al territorio celebrando le numerose coltivazioni di granoturco presenti nella zona.

 

Maisagià è stato realizzato con la collaborazione di Mario Nava di Fatti di Frutta. Maisagià è una pannocchia di pasta frolla con il cuore di cioccolato.

Maisagià è stato realizzato con la collaborazione di Mario Nava di Fatti di Frutta.